Corchiano – Medaglia d’ oro (e non solo) per la cioccolata di Monia Achille, vincitrice al The International Chocolate Awards di Firenze

Sul podio la spalmabile “Me” e le praline Mmmiele e Marrakesh. Menzioni speciali per la tonda gentile romana

Corchiano – Tre volte sul podio, è questo il risultato che la maître chocolatier Monia Achille, della storica pasticceria “Isanti” ha portato a casa due giorni fa da Firenze, occasione:
The International Chocolate Awards Italia /Mediterraneo, concorso di cioccolatai artigiani provenienti da Italia, Croazia, Cipro, Egitto, Grecia, Israele, Malta, Marocco, Portogallo, Spagna, Turchia, Emirati Arabi Uniti e tutte le aziende del Medio Oriente e del Nord Africa, che utilizzino cacao identificabile e tracciabile.
A sbaragliarle, dalla Tuscia, la giovane cioccolataia, (a sx nella foto) diventata chocolate taster all’ International Institute of chocolate and cacao tasting, che ha conquistato ben tre medaglie, accompagnate da menzioni speciali per l’uso di prodotti territoriali e la valorizzazione della nocciola tonda dolce gentile romana: oro alla spalmabile Me al latte e nocciola, medaglia d’argento alla pralina Mmmiele, e Bronzo alla ganache al cioccolato bianco, aromatizzata, della pralina Marrakesh.
La crema da mangiare al cucchiaio “Me”  (leggi tutto) è realizzata con il 65 per cento di nocciola della Tuscia e Cacao peruviano chuncho cuzco , dal sapore unico, per alcuni il più aromatico del mondo con le sue note di agrumi e di fiori, e sentori di melassa e frutta a guscio, accompagnato da burro di cacao della stessa origine. Note di caramello con granelli di sale peruviano a donare una nota di sapidità finale.
MMMiele con nocciola della Tuscia e miele alle note balsamiche di eucalipto, Monia Achille l’ha dedicata a Mara e Monica “sono loro mi hanno avvicinato al mondo del prezioso nettare”.

Marrakesh: tè verde, menta in infusione, rosa damascena, ganasche all’ acqua e cioccolato alla mandorla. In onore alla tradizione marocchina del tè presentato con pinoli tostati, qui sostituiti da mandorle e foglioline d’argento a richiamare la teiera.
Dedico questo straordinario risultato a Me. A mio marito ed alla mia famiglia. A chi ha creduto in Me prima ancora che ci credessi io, invitandomi a provare e stimolandomi a migliorare sempre.
Grazie, anche, a chi non ha creduto in Me, invogliandomi ancora di più. Grazie a tutti i clienti che ci scelgono tutti i giorni e ci seguono nella qualità.
Questo successo è per Corchiano e per la Tuscia viterbese.
Grazie” questo il messaggio di Monia subito dopo la premiazione. I vincitori passeranno ora alla finale mondiale di aprile-maggio 2022, e la maître chocolatier della Tuscia  è già pronta per la sfida.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *