Cerveteri – De Angelis e Orsomando: “Vergogna! Manca l’acqua è il sindaco manda avvisi via social”

CERVETERI – Riceviamo e pubblichiamo: E’ UNA VERGOGNA. Siamo in piena estate con temperature a dir poco “AFRICANE” e questo Sindaco con il fido Assessore e la silente Maggioranza non sono neppure in grado di comunicarlo “decentemente” a tutto tondo oltre che tempestivamente.

Ma quello che ci lascia di “stucco” è che questi “signori”, non comprendendo l’estrema gravità del momento si limitano ad avvertire tramite una misera, seppur tecnologica, ”newsletter” sui social pensando che tutti i cittadini di Cerveteri stanno tutto il giorno “incollati” online a leggere le loro notizie.

Non solo quanto accade è gravissimo ma rappresenta anche  una gestione schizofrenica e tardiva di una importante quanto “urgentissima” notizia per la popolazione. Poi arrivano al paradosso quando si fa cenno, sempre nell’avviso newsletter sui social, della presenza di “autobotti” e di un numero verde.

Ma siete incapaci o che altro?

Ma non vi siete domandati come possono fare gli anziani, i malati oncologici e non, i portatori di handicap, le mamme con bimbi piccoli e tanti altri nuclei familiari con problemi e, alcuni, addirittura senza macchina ad andare a prendere l’acqua con le taniche presso le autobotti ?

Ma lo sapete che al numero verde risponde un disco automatico che non offre nessun servizio se non altro quello di chiedere scusa per il guasto?

Noi pensiamo che in una situazione del genere non far arrivare l’acqua, si parla di almeno due giorni, all’interno di parte delle case di Cerveteri è veramente grave e assurdo considerando che quelle che oggi sono “manutenzioni straordinarie” avrebbero potuto essere evitate con una corretta e preventiva “manutenzione ordinaria” da parte del gestore insieme al Comune di Cerveteri.

Questi assurdi comportamenti e queste azioni amministrative sono inaccettabili perché potrebbero condizionare negativamente e profondamente, con inadeguate sofferenze, le famiglie e i cittadini di Cerveteri. ORA BASTA! Ma che aspettate ad approntare subito le più opportune e idonee azioni portando l’acqua a casa delle categorie deboli?

Ma che aspettate ad aiutare chi non è in grado di muoversi o le famiglie con bimbi mettendo a loro disposizione un servizio di pronta consegna gratuito e ad hoc?

Ma perché non mettete subito un numero verde comunale con un operatore “REALE” che si attivi per far arrivare le taniche d’acqua presso le famiglie. Sindaco, Assessori e Maggioranza annessa a qualcuno di voi è venuto in mente che l’acqua è un diritto?

Signori, in questo grave situazione, occorre agire con immediatezza e organizzazione per aiutare chi ha sete, chi deve fare da mangiare e chi si deve lavare piuttosto che pensare agli eventi o spettacoli in cartellone o a tagliare presunti nastri di probabili opere incompiute.

SE PROPRIO NON SIETE IN GRADO ALLORA DIMETTETEVI

Aldo De Angelis 

C. Gruppo Trasparenza e Legalità                           

Salvatore Orsomando                          

C. Gruppo Forza Italia 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *