Omicidio Viterbo: uccise connazionale, 10 anni a nigeriano

VITERBO – E’ stato condannato a 10 anni di carcere il 33enne Christopher Nelson, nigeriano finito a processo con l’accusa di avere ucciso a Viterbo con una coltellata all’addome il connazionale 28enne Enogieru Orobosa nella notte di Natale del 2021.

Lo ha stabilito il gup del tribunale di Viterbo, al termine del giudizio con rito abbreviato. La procura aveva chiesto 14 anni di carcere. Oborosa morì all’ospedale Belcolle di Viterbo, dove era stato trasportato per essere sottoposto a un intervento chirurgico.

Secondo quanto accertato dalla procura, l’omicidio avvenne a conclusione di un litigio per futili motivi tra i due africani. (Nelson ha più volte ripetuto di essere stato lui per primo vittima di un’aggressione, negando di aver avuto l’intenzione di uccidere il connazionale.

“Leggeremo le motivazioni della sentenza e poi valuteremo se ricorrere in appello – dice all’AGI l’avvocato Rolando Iorio, difensore di Nelson – riteniamo che questa sentenza rappresenti comunque un risultato notevole per la difesa”. La pubblica accusa aveva richiesto una condanna a 14 anni, a cui si era arrivati in considerazione delle attenuanti generiche e dei benefici previsti per il rito abbreviato, ossia lo sconto di un terzo della pena in caso di condanna.

Viterbo, omicidio di Natale. Il pm chiede 14 anni di carcere per il nigeriano che accoltellò connazionale

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *