Corchiano – In coma dopo incidente, positivo asintomatico al coronavirus

Corchiano – Era  stato investito  due giorni  fa nel centro cittadino, terribile l’impatto con l’auto che sopraggiungeva. Le condizioni dell’ottantenne  Ademo Rosati,  erano parse subito molto gravi, tanto da ricorrere all’ elisoccorso, che in Codice rosso si era diretto all’ospedale Gemelli di Roma. Ma il dramma di Ademo non finisce qui, durante i protocolli di ricovero, l’ottantenne è risultato positivo al coronavirus rientrando, tra i casi asintomatici che stanno venendo fuori nella Tuscia.

La terribile notizia, oltre al dolore per le sorti dell’uomo, ha gettato nell’ansia la comunità del piccolo paese, a cui, il vicesindaco, Pietro Piergentili,  ha voluto prontamente dare rassicurazioni:  “Non sappiamo ancora come Ademo sia venuto in contatto con il virus in quanto “completamente asintomatico” e comunque, in collaborazione con le forze dell’ordine e le autorità sanitarie competenti, abbiamo attivato tutte le misure di prevenzione e protezione per cercare di ricostruire insieme alla famiglia, la catena dei contatti avuti durante i soccorsi e nei giorni precedenti.

Un ringraziamento sentito alla famiglia, che con generosità si è subito resa disponibile a dare comunicazione del nome alla popolazione, in modo che tutte le persone venute a contatto con Ademo, possano comunicarlo alle autorità competenti per attivare i protocolli di protezione e prevenzione previsti.

Come comunità ci stringiamo con affetto allo sconforto dei suoi cari e inviamo un grande abbraccio a tutta la sua famiglia in questo momento di grande angoscia e apprensione, unito ad un caloroso augurio di pronta guarigione.

In questo momento di estrema preoccupazione, non lasciamoci però prendere dal panico, anzi questo è il momento di dimostrare ancora di più, il nostro senso di responsabilità”.

L’ invito dell’amministrazione, per le persone venute a stretto contatto con Ademo Rosati,  è di “comunicarlo  al proprio medico di famiglia e/o chiamare la ASL di Viterbo presso il TOC ai numeri dedicati 3340521731 – 3669341925 oppure scrivere alla mail coronavirus2.viterbo@asl.vt.it, dove ognuno riceverà tutte le indicazioni specifiche sulle norme di comportamento da adottare relative ad ogni singolo caso.

Questa situazione purtroppo ci fa capire, se ancora ce ne fosse bisogno, l’estrema pericolosità e imprevedibilità di questo maledetto virus”.  Conclude Piergentili.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *