Civitavecchia – Panchina rossa in ricordo di Pamela Mastropietro, barbaramente uccisa nel 2018 a Macerata

La famiglia della giovane è originaria del territorio

Civitavecchia – Momenti toccanti ieri pomeriggio al mercatino di Campo dell’Oro, dove Azzurro Donna e la sua coordinatrice regionale Emanuela Mari hanno posto su donazione dell’imprenditore Stefano Marino una panchina rossa in ricordo di Pamela Mastropietro (ragazza uccisa nel 2018 a Macerata vittima di un terribile crimine).
Presente alla cerimonia di inaugurazione della panchina la mamma della Mastropietro, Alessandra Verni, visibilmente commossa e lo zio Marco Valerio Verni che nel suo intervento si è soffermato sulla necessità di maggiore sicurezza pubblica e lotta contro le droghe.
Presente il sindaco Ernesto Tedesco che ha sottolineato l’importanza di questi momenti di ricordo per lottare contro il fenomeno della violenza sulle donne.
Emanuela Mari ha ringraziato Stefano Marino per la donazione e ha sottolineato come questo intervento si inserisca anche all’interno del progetto di riqualificazione urbanistica, sociale e di decoro delle periferie cittadine: “Questa panchina esiste per ricordare i momenti di violenza subito da Pamela, per evitare che si ripetano situazioni del genere. La famiglia di Pamela era solita frequentare il nostro territorio, aveva tanti amici in città. La ferita è ancora aperta ma attraverso il ricordo sapremo dare un senso a quella morte, cercando di evitare simili crimini”.
Presenti tutti i delegati di Forza Italia, la coordinatrice locale di Azzurro Donna Deborah Zacchei, i consiglieri Iacomelli e Boschini, l’assessore De Paolis e l’onorevole e coordinatore provinciale di Forza Italia Alessandro Battilocchio.
Ha portato il saluto dell’amministrazione oltre al sindaco Tedesco anche l’assessore Manuel Magliani che ha svolto nei giorni scorsi un lavoro di pulizia e sfalcio importante su tutto il territorio di Campo dell’Oro: “Grazie all’assessore De Paolis, all’assessore Magliani e ai delegati di Forza Italia stiamo migliorando molto il profilo delle periferie” ha concluso la Mari specificando l’importante ruolo di collaborazione tra cittadini e amministrazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *