Viterbo, Elezioni: Marco Cardona candidato a sindaco con Italexit

Paragone: “Ferite e speranze tradite troveranno vendetta politica nelle urne. Andremo a riprenderci quell’elettorato che sa di passione e voglia di giustizia”

 

VITERBO – Anche Italexit di Gianluigi Paragone avrà il suo candidato a sindaco per le prossime elezioni comunali del 12 giugno, sarà l’imprenditore Marco Cardona a rappresentare quella fronda di malcontento e voglia di giustizia che sta attraversando Viterbo.
Amo questa città, ho deciso di metterci la faccia perché poi un domani non potrò lamentarmi, e lo faccio anche per i miei figli, vorrei lasciargli una città migliore. Qui è tutto da rifare: dalla sanità alla pulizia cittadina, al degrado del centro storico , insomma rivedere la qualità della vita su tutto. Rappresentiamo quelle persone che amano la libertà, la strada è lunga, ma tante persone si stanno avvicinando a noi ”. Improvvisamente si emoziona e la voce si rompe, ma Paragone interviene subito a sostenerlo

Non troverete mai un candidato sindaco che si emoziona come lui, la sua candidatura è stata inaspettata, ma anche ragionata e la politica è affascinante e spontanea quando consente proprio l’ imprevisto”. Una candidatura nata “dall’energia che è arrivata la scorsa settimana dopo l’ incontro che abbiamo avuto con i viterbesi che ci hanno chiesto di non mollare”.
Marco Cardona ha un azienda che fornisce surgelati nel settore ittico in tutta Italia e dà lavoro a un bel po’ di persone. E su questo Paragone incalza ”sa bene cosa significa fare impresa, il sistema nervoso che porta avanti il Paese con il suo capitale umano e che nonostante burocrazia e carichi fiscali riesce ad andare avanti”. Questo il  valore aggiunto che il candidato metterà disposizione della città.

Paragone analizza poi la situazione viterbese, “l’elettorato sta scappando grazie agli apparentamenti più disparati, la sinistra con Forza Italia, civici che sono un’accozzaglia di tutto, una Lega che ha tradito da Roma fino a Viterbo, dove, incassati i voti e sono spariti. Andremo a riprenderci quell’elettorato, che sa di passione e voglia di giustizia. La gente non ha più voglia di essere presa in giro e anche alle amministrative delusioni, ferite e speranze tradite troveranno una vendetta politica. Nelle urne i cittadini di Viterbo la faranno pagare”.
Con la discesa in campo del giovane Cardona sale a sette il numero di candidati allo scranno del Comune; quattro donne e ora tre uomini. Ma i movimenti non sono ancora definiti, così come le sorprese.

BF

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.