Viterbo – Mazzi di tulipani nelle case degli italiani, la scommessa di Tuscia Flower

VITERBO – Avrebbe dovuto aprire circa un mese fa, Tuscia Flower, il primo Parco di oltre 300 mila Tulipani, mai realizzato nella provincia di Viterbo. Il sogno di una piccola azienda agricola Bio, la GFM, che da anni si occupa di coltivazione, produzione e vendita di prodotti rigorosamente biologici e che ora aveva concentrato le sue forze su questo nuovo progetto, grandioso per la città e non solo. Poi il maledetto virus e i decreti per contenerlo che non hanno permesso l’apertura del meraviglioso parco. “Inaspettatamente si sono infranti tutti i sogni ed i sacrifici compiuti per inaugurare la nostra prima edizione. Ci piange il cuore per ogni fiore, ogni colore, ogni profumo… per tutta la bellezza che ci circonda“- le loro dichiarazioni.

Ma questi giovani imprenditori della Tuscia non si sono persi d’animo e hanno cominciato a spedire le migliaia di coloratissimi tulipani direttamente nelle case degli italiani, entro 24/48 ore dalla raccolta.

Un mazzo di 16 tulipani (più due in omaggio) a euro 24,90 ( spese di spedizione gratuite)  completi dei bulbi che potranno essere ripiantati ad ottobre. Un’iniziativa che ha piacevolmente sorpreso gran parte degli italiani che sono corsi sul sito di Tuscia Flower  ad ordinare il loro mazzo, da ogni parte del Paese, con tanti ringraziamenti a questa realtà viterbese che ha portato gioia e colore in un momento di tristezza. “Siete forti è coraggiosi. Grazie a voi ho avuto oggi belli tulipani a tavola. Almeno una cosa bella, nei giorni bui”, scrive Gabriela sulla loro pagina fb,  a cui fa eco Federica che se li è fatti arrivare addirittura a Ragusa. Mentre Claudia, anche se distante, non ha voluto far mancare l’affetto a sua figlia per il giorno del suo compleanno, grazie ad un bellissimo mazzo.

Dimostrazioni d’affetto e la solidarietà non sono certo mancate, in attesa della grande apertura del 2021. “In un momento così difficile siete voi la nostra forza, abbiamo bisogno del vostro sostegno per non mollare, continuare a lottare e riuscire ad organizzare il prossimo evento 2021″ concludono dall’azienda.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *