FROSINONE SCONFITTO IN CASA DAL CARPI DICE ADDIO ALLA SERIE A

Incredibile e paradossale la sconfitta subita dai canarini al “Matusa” contro il Carpi nella semifinale playoff valevole per la serie A. Nonostante i padroni di casa potevano contare su una doppia superiorita’ numerica per le espulsioni di Struna negli ultimi minuti del primo tempo e di Gagliolo a meta’ secondo tempo( entrambi per doppia ammonizione) si sono fatti infilzare da una punizione di Letizia a sei minuti dalla fine dopo che il Carpi nel secondo tempo aveva sfiorato la marcatura prima con un palo colpito da Mbakogu e successivamente con una pericolosa azione di Di Gaudio che ha determinato l’allontanamento di mister Castori addirittura entrato in campo per protestare con il direttore di gara per un penalty non concesso. Alla fine e’ stata cocente la delusione del pubblico che ha sfogato la rabbia soprattutto contro mister Marino colpevole a loro giudizio di aver gettato alle ortiche un campionato che, dopo la vittoria in casa della Spal, sembrava vinto.Padroni di casa irriconoscibili che, tranne una conclusione nel primo tempo del solito Dionisi, non si sono mai resi pericolosi e fatto ancora piu’ grave considerando la superiorita’ numerica per buona parte dell’incontro. Adesso spettera’ al presidente Stirpe rimettere a posto i cocci visto che tutta la citta’ sperava di giocare nel nuovo impianto la massima serie.

 

di Anna Lanzi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *